Skip to Content

blog di massi

QUELLI DELL'EROICA

QUELLI DELL'EROICA

Il popolo dell’Eroica ha tanti modi di esprimersi. Vive e pedala di fantasia. Ognuno fa l’eroe a modo suo: l’importante è dimostrare - prima di tutto a se stessi - che ci si può sacrificare col sorriso per una passione sana.

PRIMA

Quelli che, appena finito il turno di notte in fabbrica, si fiondano in autostrada col pulmino vintage e guidano un po’ per uno, le bici caricate dietro e l’adrenalina più forte della stanchezza. Quelli che la moglie/fidanzata non capisce, ma li segue tra il devoto e il rassegnato. Quelli che credevano di avere la bici eroica, invece ne devono prendere una al volo al mercatino. Quelli che anche la vigilia si vestono da pionieri. Quelli che scrivono sulla maglietta “si torna giovani, si diventa poeti”. Quelli che fanno le prove di pedalata notturna, però non vedono niente e a momenti un’auto li stira nel buio. Quelli che chiacchierano con Moser, e sembra che l’intenditore non sia Moser, e Moser si diverte a lasciarglielo credere. Quelli che si fanno crescere i baffetti belle époque. Quelli che arrivano a notte fonda, scrollano lo zaino dalle spalle e dormono nel sacco a pelo. Quelli che potrei fare duecento chilometri, ma preferisco farne settanta e godermi lo spettacolo, e soprattutto i rifornimenti. Quelli che temono di non svegliarsi in tempo, ma poi non dormono per l’emozione, quindi alle cinque son pronti. Quelli che un altro cicchetto grazie. Quelli che fanno la foto ricordo con Sgarbozza.

DURANTE

Quelli che al posto della borraccia metto un fiaschetto di vinello buono. Quelli che carenano la bici come un cartone animato. Quelli che I am from Usa, and you? Quelli che fate largo giovanotti, io ho ottant’anni e la mia bici 45. Quelli che amano respirare la polvere. Quelli che la pancetta non sta più nella maglia di lana. Quelli che ho rotto il cambio, quanto c’è da qui all’arrivo? Quelli che hanno finito i tubolari di scorta. Quelli che abitano sulla via, allestiscono i ristori a pane, salame e vino, e intanto meditano di metter su un bed&breakfast per ciclisti. Quelli che s’ingozzano di ribollita, ma nelle giornate normali non la mangerebbero mai. Quelli che con paesaggi così non si sente la fatica. Quelli che quando vedono i fotografi scattano. Quelli che prendono gli applausi dei parenti appostati a bordo strada. Quelli che in mountain bike non vale. Quelli coi calzoni di velluto alla zuava e i mustacchi finti. Quelli che ho rotto il cambio, ma mi basta il 44. Quelli che uè, per un po’ ho tenuto il passo di Moser. Quelli che un altro vin santo ci sta bene. Quelli che indossano la maglia iridata d’antan. Quelli che vado un pezzo avanti, ti aspetto e ti faccio una foto. Quelli che la salita si può anche scalare a piedi, però un vero ciclista rimonta in sella prima di scollinare.

DOPO

Quelli che ciao mamma ce l’ho fatta. Quelli che prendono in braccio i figli. Quelli che hanno i crampi e il sorriso largo così. Quelli che quasi quasi mi sciroppo anche l’Eroica in Giappone. Quelli che poi ti taggo su Facebook. Quelli che domattina alle otto devono essere in ufficio, a cinquecento chilometri da qui. Quelli che vorrebbero asfaltare le strade bianche, e non hanno capito niente. Quelli che ci vediamo l’anno prossimo, e la farò più lunga.

by Stefano Affolti

 

L'EROICA 2012

CHIANTI GINO BARTALI - HISTORY #5

 

CHIANTI GINO BARTALI - HISTORY #4

 

CHIANTI GINO BARTALI - HISTORY #3

 

CHIANTI GINO BARTALI - HISTORY #2

 

CHIANTI GINO BARTALI - HISTORY #1

 

MARK CAVENDISH & CHIANTI GINO BARTALI

 

 

Il grande Campione del Mondo MARK CAVENDISH incontra il CHIANTI GINO BARTALI!!!!

vai ginooooooooooooooooooooo

LA POLVEROSA 2012 - VI^ Tappa Giro d'Italia d'Epoca

 

 

MONTICELLI TERME (PR) - 10 GIUGNO 2012

Adriano Malori, il campione della Lampre, ha dato il benvenuto al via della manifestazione organizzata dall'Unione Velocipedistica Parmense e sostenuta dalla Ghiretti costruzioni.

La Polverosa di Monticelli Terme (Parma) è, da sempre. la tappa del Giro d'Italia d'Epoca con il maggior numero di partecipanti. Anche quest'anno la regola è stata confermata.

In quest'ultima edizione la manifestazione, già densa di eventi collaterali, si è ulteriormente arricchita di iniziative. Il mercatino dell'usato è arrivato ad ospitare una settantina di espositori.

E' stata organizzata anche una raccolta di fondi, per aiutare chi ha sofferto del recente terremoto.  



Classifica eroici 1920/1939

1^Gabrio Spapperi- Peugeot 1920

2^Mario Cionfoli- La Perla 1920 (S.C. CHIANTI GINO BARTALI)

3^ Massimiliano Baldi- Ancora 1934 (S.C. CHIANTI GINO BARTALI)

 

Per altre foto: www.flickr.com/photos/monodeista/sets/72157630101460618/detail/

 

Condividi contenuti


about seo